Cari Amici,

Sin dall’inizio dell’emergenza da Covid 19 AsFO Sanità sta operando su più livelli, da un lato mettendosi a disposizione dei vari Enti preposti alla gestione e al coordinamento della filiera degli approvvigionamenti per suggerire iniziative e proposte capaci di velocizzare ed ottimizzare l’acquisizione dei presidi medico chirurgici, dall’altro ad orientare e accompagnare le Imprese associate nella complessa fase di reperimento dei beni, dispositivi medici e altri materiali e far così fronte alle richieste provenienti dal sistema sanitario nel suo complesso.

Su questo tema, così come sulle difficoltà che molti di Voi stanno riscontrando a fronte della contrazione delle attività cliniche elettive ed al conseguente rilevante calo di ordinativi di beni e materiali non direttamente funzionali al contrasto dell’emergenza, abbiamo sollecitato tramite la FIFO, Federazione Nazionale dei Fornitori Ospedalieri da me presieduta gli Enti di coordinamento preposti, Commissario Straordinario e Protezione Civile in primis, mettendo a disposizione la collaborazione della categoria e chiedendo regole e criteri di approvvigionamento che tengano conto delle garanzie professionali offerte da chi, come le nostre Imprese, detiene una comprovata e pluriennale esperienza nel settore.

Ora, in vista dell’imminente avvio della cosiddetta fase 2 dell’Emergenza Covid 19 ci viene richiesto uno sforzo ulteriore di assunzione di responsabilità nei confronti del sistema sanitario regionale.

Come AsFO Sanità abbiamo offerto a Regione Lazio tutta la competenza professionale e la capillarità commerciale delle Imprese associate per definire, insieme alla struttura di coordinamento regionale, ogni esigenza in termini di beni e dispositivi occorrenti, le loro quantità, i range di prezzi, al fine di efficientare nei prossimi sei mesi la rete di approvvigionamento/distributiva su tutto il territorio regionale ponendo le Imprese Fornitrici nostre associate al centro del progetto di ritorno alla normalità.

 Allo stesso tempo porteremo all’attenzione dei vertici regionali le capacità imprenditoriali delle nostre società di servizi che molto potranno dare in termini di affidabilità, pensiamo ad esempio a quelle impegnate sul versante delle sanificazioni ambientali degli edifici e strutture che si apprestano a riaprire le attività operative.

Ci aspettiamo che le istituzioni la smettano di perseguire scelte estemporanee e per una volta scelgano di affidarsi a chi, come i Fornitori che si riconoscono in AsFO Sanità, accompagnano da decenni con assiduità, serietà e competenza il sistema sanitario del Lazio.
 Colgo l’occasione per ringraziare Voi e tutti i vostri collaboratori per l’impegno, la passione e l’attenzione che ponete ogni giorno per non far mancare al sistema sanitario le dotazioni e i servizi di cui ha bisogno.

 

MASSIMO RIEM