Anche in ambito sanitario, il referendum costituzionale del prossimo 4 dicembre è importante perchè redistribuisce i poteri tra Stato e Regioni. L’articolo 117 riporta, infatti, la tutela della salute esclusivamente allo Stato e lascia alle Regioni esclusivamente l’operatività della sanità. “Questo consente alle regioni virtuose di continuare a dare bene i loro servizi, e permette di intervenire in situazioni che vedono complessivamente 34 milioni di italiani non adeguatamente assistiti”. Lo ha detto il presidente dell’Istituto Superiore di Sanità Walter Ricciardi, a margine del Forum Risk Management, a Firenze. “Abbiamo delle sfide veramente importanti – ha aggiunto – che sono quelle di conciliare l’invecchiamento della popolazione, i malati, e specie gli anziani che sono spesso affetti da più malattie insieme, con una grande possibilità tecnologica. Secondo Ricciardi, “per conciliare tutti questi aspetti bisogna lavorare tutti insieme e garantire una governance basata sull’evidenza scientifica. Occorre lavorare insieme mettendosi intorno a un tavolo e cercando di riorganizzare i servizi in funzione delle esigenze”.